Skip to main content

Minare Bitcoin, metodo facile e soprattutto gratuito per guadagnare la criptomoneta con il più alto valore sul mercato del blockchain

Molti di voi forse non sanno nemmeno di che cosa io stia parlando, altri pensano che il periodo d’oro dei bitcoin è finito e che è inutile ancora oggi affidarsi alle criptomonete per fare trading e investire. Nell’ultimo anno il valore del bitcoin è sceso quasi del  60%.  Mente scrivo un bitcoin vale esattamente 3.472 euro. Certo ha avuto tempi migliori quando valeva molto ma molto di più ma le previsioni a lungo termine dicono che ci sarà un forte rialzo. Ma non voglio parlarvi di comprare qui, io vi voglio mostrare un sito che si chiama bitcoin-farm dove senza fare assolutamente nulla potete minare bitcoin. Basta solo registrarsi. Dopo di che ogni giorno o quando vi pare e piace non c’è nessun obbligo di fare visita al sito, potrete andare a vedere quanto avete minato. E’ chiaro che non si guadagnano bitcoin in un giorno, per arrivare ad avere un unità intera ci vuole tempo ma non costa niente e se fra un anno il bitcoin avrà raggiunto un valore molto alto come dicono le previsioni (si parla di 90.000 euro per bitocoin, a dispetto dei 3400 di adesso) voi avrete tra le vostre mani un piccolo patrimonio. Oppure niente. Chi lo può sapere? Ma la cosa piu importante è  che in intrambi i casi voi non avrete fatto e speso niente. Se volete basta cliccare nell’immagine che vi lascio qui sotto, registrarvi, poi fare il login, e poi andare su dashboard dove potete vedere il vostro balance. Vi assicuro che non è scam ovvero una truffa, non ci sono virus perchè l’ho testato io stesso, il sito paga quando avrete raggiunto minimo 0.002 bitcoin ma io vi consiglio di prelevare quando avrete guadagnato di più. E’ uno dei siti più seri, hanno anche una pagina FACEBOOK dove potete avere assistenza tramite messaggio, cosa che molti altri siti non hanno. Io ne ho provati tanti e questo è il più affidabile di tutti secondo me. Se vi ho convinto allora correte a registrarvi cliccando nell’immagine sottostante.

 

La sinistra italiana sta con Battisti, il delirio, chiedono l’amnistia -video-

Cesare Battisti è tornato in Italia e finalmente sconterà la sua pena dopo anni di latitanza. Battisti è un terrorista assassino condannato a quattro ergastoli e se non avessimo sentito le parole di  storici esponenti della sinistra italiana avremmo pensato alla solita fake news che gira in rete. E invece no, è stato il Tg2 della Rai a intervistarli personalmente per raccogliere le loro dichiarazioni al limite del delirio.

Vengono i brividi se pensiamo che alcuni di loro abbiano avuto importanti ruoli parlamentari di maggioranza e uno di questi, Paolo Ferrero, sia stato addirittura Ministro ai tempi dell’ultimo Governo Prodi. Certo è che con questi ministri all’interno di Palazzo Chigi possa nascere il sospetto che l’Italia non si sia propriamente sbracciata per ottenere l’estradizione del terrorista rosso Cesare Battisti che quest’oggi arriverà finalmente in Italia per espiare la sua pena detentiva.

Se la sinistra democratica non ha mai negato amicizia all’ex presidente Lula che ha fatto di tutto per proteggere Battisti, la sinistra radicale parla addirittura di complotto, di errore giudiziario e nelle prossime ore chiederà l’amnistia a favore di questo terrorista rosso.

Ci verrebbe da pensare cosa avverrebbe in qualsiasi altro paese civile se un esponente politico si pronunciasse sulla non colpevolezza di un terrorista condannato all’ergastolo. Questa mattina stessa le persone che vedrete nel video saranno nelle aule di una università ad insegnare ai nostri ragazzi come nulla fosse. Cosa spiegheranno quando si parlerà di contrastare la violenza dei terroristi?

Sedicenne preso a calci e pugni e ferito alla gola con un temperino da una baby gang, due degli aggressori sono minorenni

L’hanno attirato in un parco pubblico tendendogli un vero e proprio agguato. Poi, l’hanno picchiato e ferito alla gola utilizzando un temperino. A compiere il gesto, ai danni di un sedicenne, una ‘baby gang’ formata da due minorenni e da un ragazzo appena maggiorenne. L’episodio è accaduto nel periodo delle feste di Natale in una zona centrale di Marina di Massa, in Toscana. Tentato omicidio è l’accusa che ha portato in carcere i tre giovani, arrestati dalla squadra mobile di Massa: due sono ai domiciliari e uno è recluso nel carcere minorile di Torino. Stando alle prime informazioni, il sedicenne sarebbe stato aggredito per futili motivi. La scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza di un negozio vicino al parco.

Il gruppo di ragazzi, secondo la descrizione della polizia, dopo un rapido scambio di parole si è avventato con calci e pugni sul coetaneo, e nel corso del pestaggio, durato diversi minuti, uno di loro ha tirato fuori un temperino provocando al giovane, finito a terra e ormai quasi esamine, una ferita alla gola di circa 10 centimetri. Il pestaggio è continuato fino a che il gruppo, ritenendo di aver completato l’opera, se ne è andato abbandonando da solo il ragazzo ferito. La scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza di un negozio vicino al parco. Il sedicenne ha avuto la forza di avvisare i genitori, che l’hanno portato immediatamente in ospedale. A quel punto il personale del pronto soccorso ha avvisato la polizia e da lì è partita l’indagine.

Secondo quanto ricostruito, il giovane è stato quasi ucciso perché aveva manifestato interesse per una ragazzina del gruppo, forse la sorella di uno dei tre ragazzi che ora sono accusati di tentato omicidio. La polizia ha fatto sapere che il ragazzo aggredito era stato contattato da uno dei membri della gang via Facebook e che la vittima del pestaggio e i tre arrestati non si conoscevano, se non di vista. Unico punto comune, la frequentazione dello stesso istituto scolastico. Inoltre, secondo la polizia, hanno tutti alle spalle famiglie con problemi e disagio sociale. Attraverso i social è stato dato appuntamento al ragazzo in una pineta a Marina di Massa, nel tardo pomeriggio, pochi giorni prima di Natale.

Fantasmi Italiani

Uno sguardo al passato viaggiando verso i castelli italiani alla ricerca dei fantasmi che vi dimorano

Telefonia & Affini

Le ultime novità riguardanti la telefonia mobile, dagli smartphone alle applicazioni mobili

Il Blog di Emidio

Le notizie più importanti dall'Italia e dal mondo, dalla cronaca all'attualità, in un solo click

Contattaci

Per tenervi in contatto con DiarioNet, per scrivere direttamente al Blog di Emidio