Una donna di 70 anni è morta nella notte a Pago Veiano, nel Beneventano, perché travolta da acqua e fango. L’anziana pensionata viveva da sola in località Iscalanoce e si è impaurita vedendo le strade ridursi a torrenti; forse ha temuto di essere sorpresa nell’abitazione da uno smottamento ed è uscita di casa nel cuore della notte durante il nubifragio, venendo trascinata a valle dall’acqua mista a fango. Il suo cadavere è stato trovato stamani dai carabinieri. La situazione nel Beneventano è molto critica. Oltre ai problemi sulla linea ferroviaria Benevento-Foggia, che hanno indotto alla sospensione temporanea del servizio sostituito da uno su gomma, interrotte da frane e smottamenti le statali Fortorina e Telesina. Ma sono chiuse al traffico anche molte strade comunali e provinciali per caduta di alberi e massi. Nessun problema invece per i tratti autostradali. Diversi gli allagamenti, soprattutto a Benevento e nelle sue contrade, soprattutto a Pantano, a ridosso del fiume. Un treno delle ferrovie dello Stato in servizio sulla tratta Palermo-Catania, nei pressi di Villafiorito (Caltanissetta) è `uscito´ dai binari per l’esondazione di un torrente che ha causato uno smottamento. Il convoglio, che non è deragliato ma ha subìto uno `svio´, si è subito fermato rimanendo stabile. Due persone, il macchinista e una viaggiatrice, sono rimasti lievemente contusi. Sul posto i soccorsi delle ferrovie dello stato, oltre a polizia e carabinieri. Un uomo di 40 anni è morto a Paliano (Frosinone), dopo che l’auto su cui viaggiava è finita in una voragine, apertasi a causa del maltempo. A bordo dell’auto c’erano tre persone. Due di loro sono riuscite a salvarsi. La seconda vittima a Civitella Roveto (L’Aquila). Si tratta di una donna di 51 anni, secondo quanto appreso dai vigili del fuoco, finita sotto il muro di contenimento della propria abitazione, crollato in seguito alla frana. Un uomo di 67 anni è stato trovato morto nella cantina allagata della sua abitazione a Tagliacozzo (L’Aquila); in un primo momento si era parlato di una folgorazione, ma i carabinieri ritengono più probabile la morte per cause naturali. A Canistro, sempre nell’aquilano, sono state evacuate un centinaio di persone dopo l’esondazione del Rio Spalto.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra