La Francia reagisce e lancia l'offensiva. Pioggia di fuoco su Raqqa la capitale dell'Isis in Siria.La Francia ha centrato il centro di comando dell’Isis nella capitale siriana del gruppo, con raid che hanno impegnato 10 jet. Lo annuncia il ministero della Difesa, citato da France 24. Colpiti il centro di comando a Raqqa e un campo di addestramento e di reclutamento.
I raid lanciati dalla Francia su Raqqa hanno colpito «almeno 20 obiettivi» nevralgici nella città. Lo affermano gli attivisti anti-Isis. Gli Stati Uniti hanno fornito alla Francia dati di intelligence per i raid in Siria: lo scrive il Wall Street Journal. Intanto, gli attivisti anti-Isis di Raqqa, teatro di oltre 30 raid in poche ore, affermano che la gran parte dei centri nevralgici dello Stato islamico «sono stati bombardati». «Raqqa delenda est», «fateli a pezzi», «distruggeteli»: sono alcuni dei messaggi sui social network, che si scatenano dopo i raid francesi su Raqqa, la capitale dello Stato islamico in Siria. Ma ci sono anche molti utenti che si interrogano, preoccupati, sulla sorte delle migliaia di civili. «Alla fine ci andiamo comunque e sempre di mezzo noi», scrivono alcuni attivisti anti-Isis dalla città.
Non risultano, al momento, feriti o morti tra i civili a Raqqa dopo il massiccio bombardamento dei caccia francesi. Lo riferiscono gli attivisti anti-Isis di Raqqa citando fonti mediche nella città. La Francia ha sganciato 20 bombe sulla capitale dell’Isis in Siria: lo afferma un comunicato del ministero della Difesa di Parigi. Nei raid sono stati impiegati 12 aerei, tra i quali 10 caccia da combattimento, partiti simultaneamente dagli Emirati Arabi Uniti e dalla Giordania. L’operazione – riferisce il comunicato – si è svolta in serata. In città, oltre l’energia elettrica, è stata tagliata anche la fornitura di acqua, rendono noto fonti locali.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra