Era stata ricoverata in ospedale dopo una caduta accidentale per le scale di casa. Così avevano raccontato i genitori di una bimba di due anni di Barletta. Ora però il pm ha aperto un fascicolo per omicidio volontario. Obiettivo del magistrato, fare chiarezza sulla morte di una bambina di due anni di Trinitapoli, avvenuta questa mattina nella sua abitazione, dopo che la piccola era stata ricoverata in ospedale, prima a Barletta e poi, fino a ieri, a Bari. Il pm che conduce l’inchiesta, Rossella Pensa, e i carabinieri hanno ascoltato la madre della piccola, il convivente della donna e i nonni materni. Due, stando a fonti investigative, sono le piste seguite: l’erronea somministrazione di farmaci che la bambina normalmente prendeva, in quanto affetta da un deficit neurologico; oppure percosse e maltrattamenti, dal momento che sul corpicino della piccola vi sono lividi e segni che potrebbero essere frutto di percosse. Al momento, però, non vi sono persone iscritte nel registro degli indagati. Per sciogliere i dubbi si attende l’esito dell’autopsia, non ancora disposta. La madre della bimba e il suo convivente, entrambi disoccupati, hanno riferito agli investigatori che la piccola si sarebbe procurata segni e lividi cadendo dalle scale in casa.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra