C’è chi dice che si deve seguire il cuore (“Va dove ti porta il cuore”), mentre in antitesi ci sono quelli che affermano che dobbiamo razionalizzare tutte le nostre decisioni. Non è facile dare retta al cervello quando il cuore ti dice un’altra cosa, specialmente se è l’opposto. Non è facile ma non impossibile, basta volerlo. Inoltre di solito il cervello ci aiuta a vedere tutte le sfumature che un cuore innamorato o meglio solo infatuato non riuscirebbe a scorgere nemmeno se avesse in mano una lente di ingrandimento. Non mi piacciono quelle persone che sanno poco di te o quasi nulla e si permettono di dirti: “Cogli l’attimo!” “Prendi tutto quello che viene!” “Divertiti senza pensieri!”. La vita è fatta di scelte, molto spesso difficili e se non abbiamo la persona giusta accanto è ancora più dura. Quindi seguiamo il cervello senza però soffocare i sentimenti. L’equilibrio o fortuna, se così si vuol chiamare, è quando cervello e cuore ti dicono la stessa cosa: lì hai trovato il paradiso. E quando accade vi posso assicurare che la sintonia trascende l’inverosimile. Lo sto toccando con mano. Quindi ci può essere concordia tra cervello e cuore, forse ci vuole più tempo per trovarla ma ne vale assolutamente la pena.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra