Due tifosi della Juventus e uno del Torino sono stati arrestati dalla polizia per lancio di bombe carta, fumogeni e altri oggetti all’interno dello stadio Olimpico in occasione dell’odierno derby della Mole. Altri 2 tifosi sono stati arrestati per gli incidenti prima della gara; uno è stato denunciato per i sassi contro il pullman bianconero. Per quanto riguarda i feriti, il loro numero è salito a 11 ma solo 3 (2 al Cto e 1 al Mauriziano) sono stati trattenuti in osservazione; dimessi gli altri. La Digos ha già identificato diverse persone e sta valutando la loro posizione. L’incidente è avvenuto dopo l’altro grave episodio della giornata: un sasso contro il pullman della Juventus. Durante il tragitto verso lo stadio, l’autobus che trasportava i bianconeri all’Olimpico è stato oggetto di un lancio di sassi. Rotto un vetro, ammaccature alla carrozzeria, ma nessuna conseguenza per i giocatori e per l’allenatore Massimo Allegri. Ma tensione c’era già stata prima. Verso le undici invece le tifoserie granata e bianconere hanno cercato lo scontro in corso Unione Sovietica e sono entrate in contatto. L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato che gli scontri degenerassero, secondo quanto riferito dalla questura. Deviato anche il traffico dei supporter che cercavano parcheggio nella zona dello stadio. Dopo la fine della partita un’altra bomba carta è stata lanciata dal settore occupato dai tifosi bianconeri contro la curva Primavera dove c’erano alcune centinaia di tifosi granata.  Oltre un’ora e mezza dopo la fine della partita i tifosi della Juventus sono stato fatti uscire dal cancello all’esterno dello stadio Olimpico dove erano presenti polizia e carabinieri. Alcune decine hanno improvvisato un corteo silenzioso nello zona dello stadio, verso i parcheggi di auto e pullman, seguiti da polizia e carabinieri presenti in forze per evitare altri scontri con i tifosi del Torino rimasti nei paraggi. Poi è arrivato il bilancio dalla questura: tre tifosi (due della Juve e uno del Torino), arrestati dalla polizia per il lancio di bombe carta, fumogeni e altri oggetti all’interno dello stadio Olimpico. Altri due tifosi sono stati arrestati per gli incidenti prima della partita; uno è stato denunciato per i sassi contro il pullman della Juve. Per quanto riguarda la partita la festa è tutta granata, finisce 2-1 e il Toro torna a battere la Juve in un derby. Erano disposti a tutto, i cavalieri di Ventura, pur di evitare che i bianconeri potessero avere anche una sola possibilità di festeggiare lo scudetto a casa loro, all’Olimpico. E con una rimonta tutta cuore conquistano questo 2-1, stesso risultato dell’andata ma di segno opposto. La Juve è soprattutto Pirlo, fantastico come all’andata, quando “purgò” i rivali cittadini con un tiro all’ultimo secondo. Ma non basta nemmeno lui, stavolta. Dovrà far festa da un’altra parte.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra