Avete presente le notifiche che vi arrivano quando il vostro telefonino è irraggiungibile o è occupato? I gestori telefonici compatti, come sempre, anche stavolta. Iniziamo dalla Tim che dall’undici agosto (dal primo novembre per gli abbonati) ha accorpato i servizi “Lo sai” e “Chiama ora” facendoli diventare a pagamento a seconda della tipologia di contratto. I clienti con ricaricabile dovranno sborsare 1 euro e 90 centesimi ogni 4 mesi. Per gli abbonati invece l’addebito sarà di 96 centesimi sul conto bimestrale, in pratica costerà 48 centesimi al mese. Per disattivare il servizio i clienti Tim potranno chiamare gratuitamente il numero 40920 e seguire le istruzioni della guida. Per quanto riguarda Vodafone dal 21 luglio i servizi “Recall” e “Chiamami” costano 6 centesimi al giorno, in poche parole si pagherà giornalmente ma solo quando si riceveranno notifiche dai suddetti servizi.

Se nell’arco della giornata non si ricevono notifiche non verrà addebitato nessun importo. Per disattivare il servizio i clienti vodafone potranno chiamare il numero gratuito 42593 e seguire la voce guida. E’ di pochi giorni fa la notizia che anche Wind si è accodata ai suoi concorrenti annunciando che dal 15 dicembre i servizi di notifica delle chiamate “My Wind” diventerà a pagamento. Da tale data il servizio costerà 19 centesimi addebitati solo alla ricezione del primo SMS di notifica e per 7 giorni, incluso quello nel quale si è  ricevuto il messaggio, potrai usufruire del servizio senza ulteriori costi. In seguito My Wind continuerà a rimanere attivo ma il relativo costo di 19 centesimi per 7 giorni verrà addebitato solo alla ricezione di un eventuale nuovo SMS di notifica. Il costo di My Wind si applica anche con credito zero e segreteria attiva; non funziona se sul telefonino è impostato il trasferimento di chiamata verso un altro numero di telefono. In pratica Wind fa pagare 19 centesimi alla ricezione di una notifica. Le notifiche nell’arco dei sette giorni successivi rientrano nel costo, dopodiché sarà necessario sborsare altri 19 centesimi nel caso si riceva una notifica, soldi che copriranno altri sette giorni. Insomma, un ciclo continuo che potrebbe portare all’esborso di 76 centesimi ogni mese per le sole notifiche. Il servizio può essere disattivato o riattivato in qualsiasi momento, chiamando il 403020 e seguendo la voce guida.

Molti storceranno il naso, anzi, lo hanno gia fatto tutti, compreso il sottoscritto, visto che queste sono notifiche che personalmente a me servono, ma c’è un modo per avere comunque questo tipo di notifiche senza pagare niente. Almeno sui terminali Android. C’è un app gratuira che si puo scaricare dal play store che si chiama PhoneFunky che permette di avere tutte le funzioni che i cari gestori telefonici ci vogliono far pagare. In breve funge cosi, una volta scaricata ed installata dal Play Store, registra il tuo account, inserendo il tuo numero di telefono e verificandolo tramite SMS. Purtroppo, però, perché il software funzioni dovrà aggiungere la deviazione delle chiamate su numero (se occupato e se irraggiungibile). Nel caso in cui volessi disabilitare le deviazioni, digitare i numeri ##67# e ##62#. Tra i servizi a breve disponibili anche segreteria telefonica, numero temporaneo, SMS, VoIP e chat. Non sarà proprio la stessa cosa, ma questo è, ad oggi, l’unico modo per ovviare.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra