In Sicilia e precisamente nel palermitano, a pochi chilometri da Contessa Entellina sorgeva l’antico Castello di Calatamauro. Esso sorgeva in un monte da cui si poteva ammirare un paesaggio bellissimo pieno di ulivi e querce, popolato da martore, cinghiali, gufi, volpi, lepri, civette e conigli. In tempi antichi si narrava che il castello fosse infestato da un fantasma terribile: esso spaventava e faceva fuggire chiunque osasse avvicinarsi. Un giorno passa da Contessa Entellina un principe. IL baldo giovanotto rimase abbagliato e incantato dalla magnetica bellezza della principessa Eleonora, figlia del re del paese, Contessa Entellina. Tra i due “fanciulli” scoppiò subito un grande amore e decisero di sposarsi. IL re, il padre della giovane Eleonora, era favorevole al matrimonio ma chiese al futuro genero un atto (o prova) del suo coraggio. Tale prova consisteva nel liberare il Castello di Calatamauro dal terribile fantasma che vi abitava.

IL baldo principe non se lo lasciò ripetere due volte e volle subito iniziare la prova, non solo per sposare al più presto la sua amata Eleonora ma anche per dimostrare al “suocero” il suo coraggio nonostante la giovane età. Prima di partire per la missione la sua fidanzata, la principessa Eleonora, gli diede un anello che si dicesse fosse magico: esso gli poteva essere utile per scacciare il fantasma. IL principe partì verso il castello per compiere la sua eroica impresa e scacciare l’inquilino indesiderato. Dopo aver preso le sue armi montò a cavallo e si incamminò verso il bosco che circondava il castello. Arrivato al bosco incontrò una volpe BELLISSIMA, dal manto luccicante, un animale molto strano, mai visto prima. Se non bastava la stranezza del suo manto se ne aggiunse un’altra: la volpe parlava!!! La volpe parlante si offrì di aiutare il giovane a catturare e scacciare il fantasma ma ad una condizione: NESSUN cacciatore avrebbe MAI più potuto andare nel bosco per cacciare. IL principe accettò di buon grado, data la difficoltà dell’impresa e i due si diressero verso la prima entrata del misterioso castello. Prima di entrare si mise al dito il famoso anello magico della sua fidanzata. Entrati nel castello si imbatterono immediatamente nel fantasma che usò TUTTI i suoi poteri per tentare di mandare via la volpe e il principe.

La volpe allora si avvicinò al fantasma e, con il magico luccichio del suo bellissimo manto, riuscì a terrorizzare il fantasma che cercò di fuggire. A questo punto il principe, prima che il fantasma riuscisse a fuggire, gli puntò contro il suo anello magico: esso fece apparire una scatolina che lo risucchiò e lo imprigionò per sempre. IL castello era finalmente libero! Tornato al castello il principe sposò la bella Eleonora e vissero felici per sempre. Nel bosco di Calatamauro nessun cacciatore entrò più e, in questo modo, martore, cinghiali, volpi, civette e gufi poterono vivere liberi e felici nel bosco. La bellissima e magica volpe luccicante rimase a vivere nel castello e divenne una saggia consigliera e amica dei principi. Una storia fiabesca ma molto suggestiva! Purtroppo di questo splendido castello ne sono rimaste le rovine ma se vi trovate dalle parti di Palermo, passate per Contessa Entellina, un bel paesino siciliano e fate un giro intorno a quello che era una volta la dimora della volpe luccicante insieme al principe e alla bellissima Eleonora: per brevi momenti vi aiuterà a sognare e a immaginare un’altra epoca!

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra