Almeno sette morti e decine di feriti (tra cui un cittadino olandese che lavorava per le Nazioni Unite) a Giacarta, in Indonesia, per un attacco kamikaze in un caffè Starbucks del centro e un assalto a mano armata contro un comando di polizia. Secondo il portavoce della polizia, il colonnello Muhammad Iqbal, i terroristi erano cinque e sono tutti morti, due uccisi dalle forze di sicurezza «Volevano imitare le azioni terroristiche di Parigi», ha detto. Anche la guardia di una banca, Tri Seranto, ha riferito di aver visto almeno cinque assalitori, tra cui tre kamikaze che si sono fatti esplodere nel locale. L’uomo ha aggiunto che si trovava in strada quando ha visto alcuni uomini entrare nello Starbucks caffé e saltare in aria uno dopo l’altro. Altri attentatori, ha detto la guardia, sono entrati pistole alla mano in un comando di polizia, dal quale ha sentito arrivare colpi di arma da fuoco. Più tardi l’uomo ha visto un agente di polizia morto e altri tre seriamente feriti. Ha detto ancora di non essere rimasto ferito nelle esplosioni in quanto si trovava a una certa distanza, ma abbastanza vicino da poter essere testimone dell’attentato. Il presidente indonesiano, Joko Widodo, ha condannato gli attacchi dichiarando che «lo Stato e la popolazione non devono avere paura». «Non soccomberemo di fronte a un attacco così atroce – ha detto -. Chiedo a tutti di mantenere la calma, la situazione è sotto controllo. Rivolgiamo un sincero cordoglio per le vittime». Il presidente ha comunque deciso di sospendere la sua breve visita a Cirebon, città della provincia di Giava Occidentale, e ha ordinato alle autorità di perseguire e arrestare gli attentatori.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra