Silvio Berlusconi ha ceduto il 47 percento del Milan per 470 milioni a Bee Taechaubol. L’operazione è stata definita durante l’incontro pomeridiano ad Arcore tra Silvio Berlusconi, la figlia Barbara e Mr Bee. Presenti al vertice anche gli alti dirigenti di Fininvest, il presidente Marina Berlusconi, l’ad Pasquale Cannatelli, Danilo Pellegrino e Alessandro Franzosi, direttore corporate finance & business development. La Holding della famiglia Berlusconi continua a restare in silenzio. Prodromo del nuovo e decisivo incontro – il secondo in poche ore – è stata l’offerta riformulata in mattinata dal thailandese alla Fininvest per l’acquisizione di una quota di minoranza (47 percento), da sempre desiderio di Silvio Berlusconi. Il proprietario del Milan, infatti, è in cerca di un socio di minoranza per poter potenziare l’attuale rosa.  Ieri il blitz in Italia e nella notte in gran segreto, Bee Taechaubol si è presentato ad Arcore per parlare con Silvio Berlusconi. La sua presenza non era stata annunciata nei giorni scorsi, il thailandese senza preavviso ha, infatti, chiesto un appuntamento che gli è stato concesso intorno alle 23. Insieme a lui c’era anche il rappresentante della Doyen Sports Nelio Lucas. I due mister B hanno avuto modo di dialogare fino all’una di notte della nuova offerta presentata (si sarebbe alzata la quota dal 51% al 70) senza però trovare un accordo sull’aspetto economico. Berlusconi ha ottenuto quello che voleva: arrivano soldi freschi da un nuovo socio, ma lui (assieme a Galliani e Barbara) mantiene il controllo del Milan. Almeno per un po’. Taechaubol è invece convinto che, con il tempo, l’acquisizione si rivelerà un affare: vuole quotare la società in Borsa in Asia.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra