Il giorno dopo aver lanciato una pesante sfida ad Enrico Letta durante la direzione del Pd, rinforzando quindi le voci di un possibile cambio di Governo, Matteo Renzi continua a tenere banco sulla scena politica. Intanto fa sapere che, se anche dovesse guidare lui un Esecutivo, non lo farebbe mai con Silvio Berlusconi. Renzi lo dice indirettamente su Twitter, rispondendo ad un messaggio del giornalista di Repubblica Giovanni Valentini, il quale aveva scritto: “Voglio dirlo subito: se @matteorenzi fa un governo con Berlusconi, gli tolgo il voto e anche il…saluto!“. Al che Renzi ha replicato: “@GiovaValentini non rischiamo nè voto, nè saluto allora“. Tuttavia il segretario del Pd  fa anche notare che non intende far precipitare le cose, come andare ad elezioni anticipate. Sempre su Twitter, nella mattinata del 7 febbraio ha scritto: Siamo a un passo da una riforma storica. Senato, province, legge elettorale, titolo V. A me conviene votare, ma all’Italia no. Di nuovo sullo scontro a distanza con Letta; prima di prendere il treno per tornare a Firenze, Renzi ha conversato con colleghi di partito e giornalisti: “Con Enrico non ho calcato la mano volutamente. Il suo discorso ha imbarazzato tanti nella riunione. Decidesse lui che cosa vuole fare: o opta per un colpo d’ala o si trascina avanti in questo modo. Ma il Pd in questo caso non seguirà le sorti declinanti del governo“.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra