Nella giornata di ieri la Polizia di Stato, in Andria ha eseguito il provvedimento di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliare  emesso dal G.I.P. del Tribunale di Trani dott.ssa Maria Grazia Caserta, nei confronti di una insegnante di 52 anni di Andria, ritenuta responsabile del reato di maltrattamenti aggravati. La donna, stando a quanto accertato dalle indagini,  in qualità di insegnante prevalente presso una scuola primaria di Andria, avrebbe maltrattato i bambini a lei affidati, assumendo condotte violente e vessatorie, consistenti in percosse, minacce, insulti ed umiliazioni. Una scrupolosa attività di indagine, curata dagli agenti del Commissariato di P.S. di Andria, ha consentito di monitorare il comportamento dell’ indagata durante l’orario scolastico e di verificare che la stessa era solita intimidire i minori, in particolare di coloro che mostravano difficoltà nell’apprendimento o maggiore propensione alla distrazione. La minaccia di ricorrere alle percosse, quale abituale mezzo di correzione,era continua, quotidiana e veemente. La maestra avrebbe percosso gli alunni, sferrando schiaffi sulla testa, sul viso, sulle braccia o sulle spalle, alterando smodatamente il tono della voce o abbassandolo a scopo intimidatorio, lanciando e sbattendo oggetti anche sugli stessi banchi e persino sulla testa (libri, diari) dei bambini.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra