Dopo aver subito un furto e un tentativo di estorsione, un egiziano di 28 anni residente a Rimini si dovrà difendere dall’accusa di sequestro di persona per avere bloccato l’estorsore e chiamato i carabinieri. I fatti risalgono ad alcuni giorni fa, racconta la stampa locale. Il 28enne, che gestisce un negozio di parrucchiere, è stato derubato della bicicletta del valore di circa mille euro. Dopo aver sporto denuncia ai carabinieri ha sparso la voce tra amici e vicini di casa per chiedere se qualcuno avesse visto o saputo qualcosa, di riferirlo. Poi, qualche giorno fa, mentre si trovava solo nel suo negozio, ha ricevuto la visita di un ragazzo, accompagnato da altre due persone che lo aspettavano fuori. Il giovane, che parlava in arabo, ha detto all’egiziano di sapere dove era la sua bici e che gliela avrebbe consegnata in cambio di 70 euro. Come reazione il 28enne ha chiuso a chiave la porta del negozio e ha chiamato i carabinieri che sono arrivati e hanno identificato i tre uomini. Pochi giorni dopo il parrucchiere si è visto notificare la denuncia per sequestro di persona perché aveva chiuso la porta del negozio con l’uomo all’interno.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra