Il giorno arrivò, quello in cui Axl Rose si è seduto sul trono degli AC/DC per interpretare il cantante di una delle rock band più famose di sempre. Dopo l’abbandono di Brian Johnson a causa di seri problemi all’udito che avrebbero potuto portarlo alla sordità totale se avesse continuato a esibirsi live, la band aveva deciso di puntare proprio su Rose come voce ospite per portare avanti il tour che li vedrà impegnati in Europa e in America. Una scelta che aveva fatto molto parlare, soprattutto dal momento che i Guns N’ Roses, dopo anni di tira e molla, erano tornati all’attività live, facendo da headliner a uno dei concerti più importanti al mondo, ovvero il Coachella. E stando a quanto riportato da chi ieri sera era a Lisbona per commentare questa prima volta della band australiana, in occasione della prima data del Rock or Bust World Tour questa nuova versione degli AC/DC se l’è cavata egregiamente con un Axl Rose in grande spolvero, nonostante la costrizione a dover cantare per tutto il concerto da seduto (su un trono) a causa di una gamba ingessata. Quello che alcuni hanno sottolineato è stata la serietà del cantante che nella sua carriera ha abituato i fan e i compagni d’avventura a qualunque cosa, soprattuto a lunghi ritardi. Pare, invece, che questa volta sia stato molto puntuale e sul palco si sia comportato al meglio – anche se gli occhi non erano tutti su di lui – soprattutto quando ha interpretato i pezzi storici della band che comunque in scaletta ha presentato una sorta di best of. Con Angus Young mattatore, comunque, Rose si è preso il suo spazio, anche se il trono scelto non era quello sontuoso usato in precedenza, con aneddoti e battute con cui ha divertito il pubblico, centrando ogni nota, come sottolineato dal Telegraph: C’è stata una perdita di potenza sugli ahh-haaas bassi di Thunderstruck, ma è stato il meno. Per due ore ha colpito ogni nota mandandola in Paradiso. Per il Guardian ‘il trionfo è stato nell’interpretazione delle canzoni che gli AC/DC scrissero e registrarono quando Scott (Bon Scott, primo cantante della band, ndr) era ancora vivo (…). Rose ha eseguito queste canzoni in maniera perfetta, dandole freschezza’ e sembrando più rilassato a ripercorrere il percorso del primo cantante rispetto a quello di Johnson.