Parole dure quelle di Giancarlo Magalli riferite alla collega Adriana Volpe durante un’intervista. Il presentatore de “I Fatti Vostri” ha confessato a TvBlog: «Questa è la verità ed è inutile negarla perché si vede», riferito alla Volpe, «C’è addirittura un gruppo su Facebook che si chiama Perché Magalli non guarda mai la Volpe quando parla? o qualcosa del genere. Non l’ammazzerei, per carità: ci lavoro, la sopporto, ma alcune sue prerogative non mi rendono contento. Non ci posso far niente». Ho avuto tante partner nella mia carriera, sono sempre andato d’accordo con tutte “. E subito il conduttore si lancia in altre bordate laterali: “Le uniche tre con cui non sono andato d’accordo sono la Falchi, la Parisi e la Volpe ma per motivi diversi. La Parisi era capricciosa, arrivava tardi e faceva come le pare; ho sempre detto, però, che quando lavorava era di una bravura che le si perdonava tutto. Alle altre due, ecco, manca quest’ultimo aspetto”. Le parole dure di Magalli non sono passate inosservate ad Adriana che ha replicato su Facebook: «Non so perché Giancarlo sia stato così offensivo, ma non si può sempre gettare fango sulle persone, e se mette in discussione la mia professionalità allora reagisco. Sono laureata e lui no, sono entrata nell’ordine dei giornalisti pubblicisti nel 2004 e lui no , ma Giancarlo dovrebbe stare sereno, ha fatto la storia della televisione, dovrebbe essere meno critico e più costruttivo, nella posizione in cui è dovrebbe cercare di costruire nuove carriere invece di cercare di distruggerle». Ma la conduttrice per smorzare i toni e per tendere la mano a Magalli aggiunge: «SOS cercasi mecenate che possa dare una possibilità ai giovani e tu Giancarlo nella tua posizione puoi fare molto!». Il presentatore di Rai 2 non sembra accettare però e risponde a sua volta sempre con tono duro: «Ci sono sicuramente giovani bravi che prenderanno prima o poi il mio posto, ma non riesco ad annoverare tra questi anche Adriana che, guarda caso, lavora da vent’anni grazie alla stima di un’unica persona. Vent’anni, sì, perché anche lei non è proprio una bimba». Una vera e propria guerra in casa Rai che non sembra vicina alla tregua e tra le tante domande ne spunta una: chi è la persona che nutre tanta simpatia per la Volpe?

Ne ha anche per Gianni Morandi che ama i suoi fan ed è molto attivo sui social. Dice di non riuscire ad usare il web “per pubblicare foto dove sbuccio i piselli”. E alla domanda se si riferisca a Morandi, risponde senza esitazione: “Lui, come altri, hanno una forte preoccupazione di apparire sul web. Morandi ha 2 milioni di follower ma, se esce con un disco nuovo, quei seguaci non valgono 100 dischi in più. Non funziona. E allora qual è lo scopo di fare la fatica di andare ogni giorno a fare una foto con i piedi nel ruscello? Per dare un’immagine di te? Dopo cinquant’anni di carriera la gente già dovrebbe avercela un’immagine ben chiara di quel che sei. La considero una fatica inutile. Io sono lì per divertirmi e divertire senza nessuno scopo commerciale”. La risposta del Gianni nazionale non si è fatta attendere lasciando commentare i suoi followers su Facebook.

Magalli parla anche del direttore generale Rai Campo dell’Orto: “Campo dall’Orto è, nel bene e nel male, espressione del renzismo. Vuole fare, decide, dice: lui qualche decisione l’ha tirata fuori e messa in pratica. Non tante, forse, come chi l’ha eletto avrebbe voluto”. Mentre di Fazio e il Rischiatutto  dice convinto:” Fazio non ne è uscito in forma smagliante, le critiche su di lui sono state feroci e concordi. C’è stata molta curiosità e nostalgia, ma l’hanno anche pompata a mille. Sono state due puntate, non so come andrà sulla lunga distanza. Non lo dico per cattiveria, odio o antipatia nei confronti di Fazio”.