Skip to main content

IL sindaco di Arezzo, Ghinelli, assicura a quello di Amatrice un maxi assegno dai ricavi della Giostra straordinaria del Saracino

Un bel gesto da parte di Arezzo, dei suoi concittadini e dal suo sindaco, Alessandro Ghinelli.

Un maxi assegno da alcune decine di migliaia di euro con i soldi della Giostra del Saracino sarà versato direttamente sul conto corrente del Comune di Amatrice. Lo dice al Corriere il sindaco di Arezzo, l’ingegnere Alessandro Ghinelli, di ritorno proprio dal centro reatino colpito dal terremoto dove ha eseguito sopralluoghi per accertare l’agibilità di alcuni edifici pubblici del territorio. La cifra esatta e i tempi della consegna sono da mettere a punto: la somma sarà composta da incasso dell’edizione straordinaria della Giostra, dalle offerte della tribuna d’onore e dai soldi degli straordinari che i dipendenti comunali hanno devoluto.

Al Pronto Soccorso dell’ospedale di Arezzo un immigrato indiano pesta a sangue infermiera al grido “dovete visitare prima me!”

NON è una notizia sensazionalistica per suscitare odio verso gli immigrati accaduta chissà dove. È successo nell’ospedale della mia città, Arezzo, l’ospedale San Donato. E’ successo tutto all’improvviso, senza che ci fossero segnali per capire cosa stesse accadendo e perché. Erano passate da poco le 17 al Pronto Soccorso dell’ospedale san Donato quando entra un extracomunitario barcollante, è un cittadino indiano in evidente stato confusionale. L’uomo si precipita allo sportello del triage, con furia aggredisce l’infermiera in servizio, la trascina per terra e inizia a colpirla con violenza: pugni al volto e al corpo. La donna grida, atterrita e dolorante. Arrivano altri infermieri, si precipitano al triage i due carabinieri in servizio al pronto soccorso. Bloccano l’energumeno e prestano i primi soccorsi all’infermiera. La donna è in stato di choc, le botte le hanno provocato numerose contusioni: dieci giorni di prognosi sentenzia l’immediata visita medica. Ma le conseguenze dell’aggressione vanno purtroppo ben al di là delle ferite e delle abrasioni. Il cittadino indiano è stato piantonato direttamente al pronto soccorso, anche per accertare le sue generalità. Non ci sono motivazioni per l’incredibile esplosione di violenza ai danni di un’infermiera inerme e in un luogo pubblico come l’ospedale. Sull’episodio è subito intervenuta la direzione della asl 8 che esprime “vicinanza e solidarietà all’infermiera aggredita”. Allo stesso tempo si rende “disponibile ad adottare, in accordo con il personale, ulteriori misure per la sicurezza all’interno del San Donato” viene riferito ulteriormente. Un episodio che speriamo sia solo un fatto isolato.

Maltempo in Toscana: maxi grandinata ad Arezzo, fulmine manda in black-out via Fiorentina (video)

IL maltempo ha colpito varie zone di Italia, tra cui la Toscana. Arezzo ieri ha visto il finimondo. Dieci minuti. Tanti sono stati sufficienti per imbiancare le strade e i tetti. Nel primo pomeriggio di ieri una violenta e per fortuna brevissima grandinata si è abbattuta sulla città. Un evento che ha portato con sé alcuni disagi sia alla circolazione che nelle abitazioni. Da segnalare un black-out in alcuni condomini della zona di via Fiorentina dove l’elettricità è saltata a causa di un fulmine. Altre problematiche hanno riguardato gli automobilisti che hanno dovuto fronteggiare l’evento a bordo dei propri veicoli. Allagate alcune strade sia comunali che provinciali. Guardate questo video.

Sembra di stare nel far west: i chicchi fanno rumore come spari di fucile.  I disagi maggiori si sono registrati in prossimità delle rotatorie di Montione, quella di via Giotto e quella di via Setteponti (zona Al Magnifico). Danneggiate anche le colture che in pochi secondi sono state sommerse dalla grandine. E stando alle previsioni meteo dei prossimi giorni, la situazione non è destinata a migliorare. Oggi infatti, secondo quanto previsto dal Consorzio Lamma durante il pomeriggio sono attesi temporali in tutto il territorio provinciale.