Abdeslam Salah, il terrorista in fuga.

Panico a Parigi: spari sono stati sentiti in rue de Rivoli, nel centro di Parigi, poco distante dal museo del Louvre e dal municipio nel cuore del quartiere ebraico Le Marais. Ma si trattava di petardi. La prefettura di Parigi conferma diversi “movimenti di panico” nella capitale “dopo un falso allarme”. Allarme anche a place de la Republique, durante l’omaggio alle vittime, con migliaia di persone presenti. La polizia ha evacuato la piazza. È stata anche chiusa per circa un’ora la linea 1 della metropolitana alla fermata dell’Hotel de Ville e i passeggeri sono stati evacuati a causa del ritrovamento di un pacco sospetto. Poi si è scoperto che si trattava di una valigia abbandonata. Intanto sale a 132 il numero delle vittime dopo il decesso di tre feriti gravi e, sul fronte delle indagini, è stata accertata la presenza di un ottavo terrorista attivo negli attentati di Parigi e Saint-Denis. La polizia francese ha lanciato un appello per trovare testimoni che possano dare notizie sull’ottavo terrorista, Abdeslam Salah, belga, coinvolto nelle stragi di Parigi. E’ stata diffusa una foto dell’uomo. Il terrorista è sfuggito a un controllo alla frontiera franco-belga alle 8 del mattino di sabato. La polizia avrebbe lasciato andare l’auto a Cambrai poiché la segnalazione dell’uomo non era ancora attiva. Quando l’avviso è arrivato, gli agenti hanno raggiunto l’auto a Molenbeek, ma lui era scomparso. Ora è ricercato in Belgio ed è attivamente ricercato con mandato di arresto internazionale. Intanto altri due terroristi del commando dei sette che ha fatto strage a Parigi sono stati identificati. Si tratta di due francesi, entrambi residenti a Bruxelles (uno a Molenbeek). Identificato anche un altro terrorista francese. Una fonte delle indagini aggiunge che tra gli attentatori di Parigi vi sarebbero tre fratelli: uno sarebbe in fuga (o potrebbe essere uno dei kamikaze); uno è detenuto in Belgio mentre un terzo è stato trovato nella sala concerti del Bataclan. Inoltre, le «due vetture immatricolate in Belgio» ritrovate dagli inquirenti francesi a Parigi sono state noleggiate «a inizio settimana nella regione di Bruxelles», secondo la procura. Anche una delle persone che le ha prese a noleggio è «attivamente ricercata», riferisce iTele. Le autorità belghe in tutto hanno arrestato 7 persone in relazione agli attacchi di Parigi mentre si acclara che è probabilmente falso il passaporto siriano trovato accanto a uno dei kamikaze entrati in azione allo Stade de France a Parigi: lo afferma una fonte degli 007 Usa alla Cbs. «Il documento non contiene i numeri corretti per un passaporto legittimo e la foto non coincide con il nome». Ed anche il passaporto egiziano trovato nei pressi dello Stade de France, secondo alcune fonti , accanto a uno dei kamikaze che si è fatto esplodere, «appartiene a uno dei feriti» secondo quanto annunciato dall’ambasciatore d’Egitto in Francia, Ihab Badawi, citato da al Ahram. “Il passaporto è di Waleed Abdel-Razzak” ferito nell’attentato, ha detto il diplomatico.