Novità importantissima per tutti gli appassionati di Android; infatti, la Developer Preview della nuova versione del sistema operativo di Google, Android N, è disponibile già per alcuni smartphone. Quindi, mentre Android Marshmallow ha superato il 2% di diffusione, Google sceglie di lanciare in anteprima la Developer Preview del sistema operativo del futuro, Android N. Questa notizia ha dell’incredibile, visto che solitamente Google rilascia la Developer Preview (versione creata per gli sviluppatori) pochi giorni prima dell’evento in cui presenterà ufficialmente il nuovo sistema operativo. E quest’anno il Google I/O si terrà a maggio, quindi manca ancora qualche mese alla presentazione ufficiale di Android N, di cui al momento non si conosce neppure il nome definitivo. Android N, comunque, non sarà una versione 7, piuttosto è ipotizzabile si tratti di un’evoluzione di Marshmallow (e quindi potrebbe chiamarsi 6.1). Quindi, alcuni sviluppatori potranno già provare la Developer Preview, scaricandola dal link messo a disposizione da Google, così da poterne verificarne le funzioni e migliorarla, dove necessario, con delle nuove API. Il download è disponibile via OTA, ma non per coloro che hanno flashato la factory image.

Ecco con quale messaggio gli sviluppatori di Android hanno dato l’annuncio della Developer Preview di Android N:

“Oggi siamo felici di annunciare la Developer Preview della N release di Android! Quest’anno facciamo qualcosa di leggermente diverso, pubblicando la versione di anteprima… davvero in anteprima. Rilasciando una build ’work in progress’ dello sviluppo abbiamo più tempo per tenere contro dei feedback ricevuti dagli sviluppatori.”

Non tutti però potranno scaricare la Developer Preview di Android N, ma solo coloro che hanno uno smartphone della serie Nexus. Nel dettaglio, questi sono i dispositivi che per ora sono compatibili con Android N:

  • Nexus 6P;
  • Nexus 5X;
  • Nexus 6;
  • Nexus 9;
  • Nexus Player;
  • Pixel C.

Al momento la Developer non è scaricabile da chi ha un Nexus 5 e ciò potrebbe essere un indizio riguardo al fatto che Google abbia scelto di tagliare fuori questo smartphone dal nuovo aggiornamento. In realtà, nella Developer Preview di Android N non ci sono molte differenze con Android Marshmallow, ma ci sono comunque delle novità importanti. Una di queste è la possibilità di ingrandire gli elementi dello schermo. Infatti, nelle impostazioni del display è disponibile una funzione che permette di scegliere la grandezza fisica di tutti gli elementi della UI. Ci teniamo a precisare che questa opzione non influenzerà in alcun modo il funzionamento delle applicazioni terze parti. Inoltre, è stato inserito lo Split Screen, la funzione con cui l’utente può dividere lo schermo in due parti (sia in orizzontale che in verticale), così da poter utilizzare due programmi contemporaneamente. Doze invece è stato potenziato, in quanto adesso non si attiverà solamente dopo un certo periodo di tempo in cui lo smartphone non viene utilizzato, ma appena viene spento il display. Il pannello delle notifiche è stato integrato con più pagine, mentre è possibile rispondere a queste senza dover aprire per forza la relativa app. Con Android N inoltre è stata aggiunta la nuova modalità Data Saver che permette di risparmiare sul traffico dati. Oltre a queste novità sono state introdotte altre funzioni, come la gestione di black list, la Picture in Picture su Android TV, un nuovo sistema di calibrazione colori, il Night Mode e il supporto multilingue per le app.

Ecco un video di The Verge che riassume tutte le novità di Android N:

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra