Negli ultimi anni i due grandi protagonisti del mercato degli smartphone – Samsung e Apple – hanno adottato un calendario sempre uguale: in primavera Samsung lancia il nuovo Galaxy S (così è successo l’anno scorso per il Galaxy S6), e in autunno Apple fa lo stesso con l’iPhone. A quanto pare però l’azienda coreana ha deciso per il 2016 di sparigliare le carte: stando alle indiscrezioni pubblicate da SamMobile, il Galaxy S7 arriverà già a gennaio. A quanto pare, il nuovo modello di punta sarà piuttosto diverso dal suo predecessore: per cercare di rintuzzare la concorrenza e mantenere il dominio sul mercato ha bisogno di presentare qualcosa di decisamente nuovo rispetto al Galaxy S6. È così già iniziata la rincorsa delle indiscrezioni e delle voci di corridoio, che di solito non diventano troppo insistenti almeno fino a dopo il Mobile World Congress. Si dice che il Galaxy S7 sarà presentato in tre varianti, ciascuna con un diverso processore e ognuna delle quali dedicata a un diverso mercato: quella con l’Exynos 7422 in India, quella con l’Exynos 8890 in Corea, Giappone ed Europa, e quella con lo Snapdragon 820 in Cina e Stati Uniti. Inoltre, il prossimo Galaxy dovrebbe essere dotato di una tecnologia analoga al 3D Touch introdotto da Apple sull’iPhone 6S per supportare diversi livelli di pressione sullo schermo; non mancherà il sempre più diffuso connettore USB di tipo C e forse ci sarà una doppia fotocamera posteriore con sensore primario da 20 megapixel. Per quanto riguarda il display, sembra che Samsung sia intenzionata di fare del Galaxy S7 quasi un phablet, scegliendo una diagonale lunga ben 5,7 pollici, mentre per quanto riguarda il case pare che l’azienda coreana voglia adottare una lega di magnesio e copertura in vetro al fine di aumentare la robustezza del dispositivo e aumentare negli acquirenti la sensazione di possedere un prodotto di elevata qualità. Infine, pare che il Galaxy S7 sia stato progettato con un’attenzione particolare agli audiofili: lo smartphone dovrebbe infatti adottare il chip audio SABRE 9018AQ2M di ESS Technology, in grado di garantire una fedeltà audio finora impensabile su un dispositivo di questo tipo grazie anche al rapporto S/N di 129 dB e al supporto a formati come DSD e PCM a 32 bit e 384 KHz. Il tutto dovrebbe essere condito con l’acquisizione da parte di Samsung diTidal, il servizio di streaming musicale Hi-Fi di proprietà di Jay-Z: è possibile che l’azienda voglia offrire i servizi di Tidal come parte integrante dell’esperienza del Galaxy S7.

The following two tabs change content below.

Emidio

Amministratore a DiarioNet
Web Architect - Web Developer - Web Designer - Web Master - Blogger - Orientato a sinistra