Skip to main content

Maltempo in Toscana: maxi grandinata ad Arezzo, fulmine manda in black-out via Fiorentina (video)

IL maltempo ha colpito varie zone di Italia, tra cui la Toscana. Arezzo ieri ha visto il finimondo. Dieci minuti. Tanti sono stati sufficienti per imbiancare le strade e i tetti. Nel primo pomeriggio di ieri una violenta e per fortuna brevissima grandinata si è abbattuta sulla città. Un evento che ha portato con sé alcuni disagi sia alla circolazione che nelle abitazioni. Da segnalare un black-out in alcuni condomini della zona di via Fiorentina dove l’elettricità è saltata a causa di un fulmine. Altre problematiche hanno riguardato gli automobilisti che hanno dovuto fronteggiare l’evento a bordo dei propri veicoli. Allagate alcune strade sia comunali che provinciali. Guardate questo video.

Sembra di stare nel far west: i chicchi fanno rumore come spari di fucile.  I disagi maggiori si sono registrati in prossimità delle rotatorie di Montione, quella di via Giotto e quella di via Setteponti (zona Al Magnifico). Danneggiate anche le colture che in pochi secondi sono state sommerse dalla grandine. E stando alle previsioni meteo dei prossimi giorni, la situazione non è destinata a migliorare. Oggi infatti, secondo quanto previsto dal Consorzio Lamma durante il pomeriggio sono attesi temporali in tutto il territorio provinciale.

Meteo, l’estate 2016 sarà caratterizzata da ondate di caldo africano record fino a 47 gradi. Le ultime cazzate dai soliti siti meteo

Stavo “sfogliando” il web oggi pomeriggio e notavo che diverse testate giornalistiche battevano tutte la stessa notizia. Ci aspetta un estate con caldo asfissiante che farà salire il termometro fino a 47 gradi. Incuriosito clicco su tutti i siti che ne parlano e senza meravigliarmi più di tanto scopro che la fonte è il solito sito meteo che l’anno scorso prevedeva un inverno epocale e temperature glaciali per diverse settimane. Io non sono una testata giornalistica e nessuno mi paga per sparare cazzate soprattutto di questo genere, e visto che sono anche un appassionato di meteorologia non ho nessuna intenzione di nominare il sito in questione. Tanto l’avete capito da soli qual’è. Io non gli faccio pubblicità, manco se mi pagano. Ma veniamo al punto. E’ vero o non è vero che sarà un estate bollente? Lo speriamo tutti naturalmente, l’estate è la stagione del sole, del caldo, del mare, della montagna, delle vacanze e del divertimento. Sicuramente non farà freddo questo è poco ma sicuro. Quindi state pur sicuri che presto saremo tutti in spiaggia a prendere la tintarella. Ma di certo non moriremo di caldo per mesi e mesi. Cosa dice questo sito meteo? E’ presto detto:

L’estate 2016, dicono questi grandi esperti vedrà temperature sopra la media del periodo di circa 1-2 gradi su tutta Italia tanto che si rischia di raggiungere i 47 gradi. A farci compagnia arriveranno Caronte, Cerbero e Minosse. Fino a fine agosto le temperature saranno sopra la norma di un paio di gradi e inizieranno a calare solo a settembre, mantenendosi comunque sopra la media. Durante l’estate la penisola dovrà fare i conti anche con la siccità: la tendenza mostrata dal centro europeo vede piogge meno frequenti del previsto, quindi con un maggior rischio di periodi di siccità, anche accentuata al Sud.

Solo il fatto di chiamare lo stesso identico anticiclone africano con nomi diversi a me fa venire l’orchite, ma ognuno è libero di chiamare gli anticicloni come vuole, anche se io non l’avrei mai fatto. Diciamo che oggi come oggi si fa già fatica a prevedere cosa farà nel prossimo week end, come è possibile sapere che tempo farà fino a fine agosto? L’anno scorso dissi che questo tipo di previsioni non sono altro che terrorismo meteorologico, quanti di voi non sopportano il caldo asfissiante? Sapere a maggio che fino ad agosto non respireremo non è una bella notizia per chi ama la classica estate italiana. Siti che sparano stronzate solo per farsi pubblicità non meritano di essere seguiti ne citati, infatti qui come detto non li menzionerò. Ma come giustificheranno l’eventuale fallita previsione se tutto ciò non dovesse mai accadere? Sono furbi, leggete:

“Naturalmente – precisano i meteorologi – quando si parla di previsioni stagionali si guarda subito alla distanza temporale. D’altronde ci si chiede spesso: ‘Talvolta si sbaglia la previsione a due giorni, e si vuole indovinare quella a due/tre mesi?’. Ma quella che abbiamo proposto è solamente una tendenza, quindi non una certezza. È soltanto da considerare, non certo da ritenere oro colato”.

Peccato che nei titoloni nelle varie testate che seguono questo sito meteo tutto questo non c’è scritto. Quindi se volete dare retta a qualcuno che di meteo ne capisce come voi fate come me. Quando leggete notizie cosi allarmanti riguardo il meteo non date retta, mettetela cosi, stanno perdendo utenti e hanno meno entrate pubblicitarie. Chi se lo ricorda Bernacca? Lui era un vero meteorologo, gentile, preparato, competente e soprattutto elegante. Ecco.. meditate sulla parola eleganza..

 

Auto sbanda per il maltempo e finisce in un torrente, due morti nel Catanzarese. Le previsioni per il weekend

Due imprenditori, Giuseppe Di Leo, di 84 anni di Gioia Tauro, e Giuseppe Perugini, di 65, di Curinga, sono morti in un incidente stradale avvenuto in località Lenza Grande a Sant’Eufemia di Lamezia Terme. Nel momento dell’incidente nella zona era in corso un violento temporale. L’automobile con a bordo le due vittime stava attraversando un ponticello quando, per cause in corso di accertamento, è sbandata finendo in un affluente del torrente Turrina. Dopo alcune ore un passante ha notato l’automobile e le due vittime ed ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia municipale di Lamezia Terme. I vigili del fuoco, dopo un intenso lavoro, hanno recuperato l’automobile ed i due cadaveri. Pioggia e vento forte stanno caratterizzando il maltempo in Calabria che, oltre alla tragedia di Curinga, ha già provocato disagi a causa di numerosi allagamenti. Da alcune ore nevica abbondantemente sui rilievi della Sila.

Le previsioni per il weekend

Il maltempo sta interessando in modo particolare la costa ionica catanzarese e la provincia di Crotone. I vigili del fuoco di Catanzaro hanno effettuato decine di interventi per allagamenti, alberi abbattuti dal vento ed automobilisti in difficoltà. Anche in provincia di Crotone vengono segnalati disagi per alberi abbattuti. Per le prossime ore il maltempo si concentrerà al Sud fino a venerdì, poi arriverà un timido anticiclone che porterà una fase di tempo stabile e soleggiato nel week-end delle Palme quasi ovunque. Fino a venerdì la perturbazione che toccherà Adriatico e Balcani porterà piogge e temporali, qualcuno anche di forte intensità, su Calabria ionica, Golfo di Taranto e Salento. Sole e tempo nel complesso più asciutto sul resto della Penisola. Sabato ancora piogge e qualche acquazzone al Sud, mentre altrove il tempo sarà più stabile e soleggiato. Domenica delle Palme, invece, bel tempo un po’ ovunque: nuvole solo sulla Liguria. In serata un moderato aumento delle nubi si avrà al Nord e sulle Tirreniche. Le temperature nel week-end subiranno un rialzo soprattutto nei valori diurni con clima primaverile sulle pianure del Nord e lungo le regioni tirreniche, fino a 16/18°C su citta’ come Torino, Trento, Bologna, Firenze e Roma, ma punte prossime ai 18/19°C saranno possibili sulle pianure lombarde. Massime di 15/16°C sul resto della Penisola.