Skip to main content

Inchiostro

10564611_1449921971953540_1045298247_nIn realtà su questo argomento sono stati usati letteralmente “litri e litri” di inchiostro quindi sono state spese moltissime parole al riguardo. L’argomento??? L’amore, eh già, sempre quello, non sono fissata, sono innamorata e manco poco. Penso tante cose riguardo a questo soggetto ma una è chiara come la luce del sole all’alba: senza amore, siamo vuoti dentro. Anche la famosa canzone di Marco Ferradini “Teorema” esemplifica benissimo questo concetto in poche parole: “…..senza l’amore un uomo che cos’è, è questa l’unica legge che c’è….”. Conoscete questa canzone sicuramente e in essa si parla di un uomo che è stato ferito in amore e pensa che trattando male, ignorando ed egoisticamente pensando solo a se stesso mettendosi a giudice ed ergendosi ad una posizione superiore rispetto alla donna con cui “sta” si senta in diritto di fare ciò che vuole. Pensa che meno amore da e più ne riceva, più ne da e più la donna lo da per scontato e quindi ne ricambi meno della metà; pensa che le donne amino gli uomini che le trattano male. Non dico che non ci sia una percentuale di donne sadomaso (perché di tali si tratta) che “amano” l’uomo che le ignora e le tratta come zerbini e stupide oche. Io non parlo di vezzeggiativi ma di vere e proprie offese. Io penso: porelle, ma sono sadomaso??? Personalmente a me non piacciono queste donne zerbino ma nemmeno le donne che comandano troppo. Una via di mezzo è la cosa giusta. D’altronde dal canto mio quando amo (come ora) do tutta me stessa e dono ogni parte di me al mio lui e so che è reciproco. In effetti la canzone finisce facendo capire una verità fondamentale sull’amore: ogni caso è a se non ci sono leggi specifiche in questo campo. Amata più che potete, non smettete solo perché avete avuto una delusione. Il cuore si autocicatrizza dai colpi inferti e dalle delusioni, e smettere di amare è una stupidaggine assoluta. Forse ci mette più tempo ma non muore se si continua ad amare.
La vita presenta molti conti da pagare e affrontarla da soli è drammatica e triste. Questo non vuol dire che basta non stare soli, sia sufficiente avere qualcuno accanto perché ci può essere qualcuno accanto ma sentirsi lo stesso soli, e credo che questo sia anche peggio. Lo stomaco ti brucia, non dormi e la vita ti sembra una corsa ad ostacoli. Ma se la persona che hai vicino è “lei”, è la tua persona, quella che si può definire l’altra metà della mela, quella “ uguale” a te e allo stesso tempo diversa da te, quella che si incastra alla perfezione con te, quella che ti compensa e ti apprezza per ciò che sei, allora si che puoi ben dire:
respiro
vivo
guardo la vita e la affronto di petto.
Personalmente ho avuto la fortuna di trovarla questa persona quando pensavo che l’altra metà della mela per me non fosse nemmeno nata. Quindi non rinunciate MAI ad amare se ancora non l’avete trovata. La vostra parte migliore è dietro l’angolo. E quando l’avete trovata apprezzatela, amatela più di voi stessi, donatevi a lei completamente, svuotate il vostro cuore dalle brutte esperienze passate e riempitelo di gratitudine e di amore senza riserve.
Inchiostro: L’amore muove il mondo, spendete inchiostro e soprattutto
Amate
Amate
Amate il vostro partner senza riserve, solo così sapete e capite di essere davvero in vita e che il sangue caldo del cuore innamorato scorre in voi.